10 consigli su come evitare i colpi di sole

In concreto ci riferiamo alle scottature solari, che aumentano drasticamente il rischio di cancro alla pelle. Sicuramente conoscete le regole abituali su come proteggersi dal sole. I nostri dieci suggerimenti sicuramente non vi faranno male.

  1. Preferire l’autunno alla primavera

    Fare le vacanze al mare nel mese di marzo è più pericoloso che farle nel mese di ottobre, in primavera infatti il sole cocente trova il vostro corpo ancora bianchiccio e totalmente impreparato. Quindi andate al mare quando già avete un po’ di colorito.

  2. Le parti del corpo più chiare

    Il collo già un po’ abbronzato è quasi in grado di proteggersi da solo. Se la crema solare sta per finire, concentratevi sulle parti del corpo che sono più chiare: sull’addome la prima volta che andate in piscina e sulle gambe la prima volta che indossate i pantaloncini corti.

  3. Siesta all’ombra

    Ci sono tante cose belle che si possono fare dentro casa: dormire, giocare a monopoli o leggere un bel libro. Nelle ore centrali della giornata tornate a casa, alle 15:00 potrete di nuovo tornare a godervi il sole.

  4. Passeggiare all’ombra

    Fate un bel gioco, quello di evitare il sole nelle ore più calde: portate con voi un cronometro quando andate a passeggiare in città e cercate di percorrere un percorso predefinito il più possibile all’ombra. Chi avrà trascorso meno tempo al sole, vince una spalmata di crema sulla schiena.

  5. Precedenza ai più piccoli

    Prendersi una scottatura solare da piccoli aumenta notevolmente il rischio di cancro alla pelle rispetto a quando si è adulti. Fate quindi esattamente il contrario di quello che si fa in aereo con le maschere per l’ossigeno: applicate la crema prima sulla pelle dei bambini, poi su quella vostra.

  6. Girarsi spesso

    Anche dalla salsiccia sul barbecue possiamo imparare qualcosa: cambiate spesso posizione. Se mostrate al sole diverse parti del vostro corpo, eviterete di dover applicare la crema a base di aloe vera in abbondanza su un solo pezzettino di pelle ustionata.

  7. Il parabrezza vi protegge

    Da un punto di vista ecologico sarebbe sbagliato consigliarvi di andare a comprare il gelato in macchina. Ma c’è un vantaggio: i vetri dell’auto sono dotati di uno strato con filtro UV e proteggono quindi dalle ustioni solari per un periodo simile a quello della crema solare. Anche per i viaggi più lunghi in auto il rischio di scottarsi seriamente è basso.

  8. Pelle, piacere di conoscerti

    Imparate a conoscere la vostra pelle. Quanto tempo riesce a resistere al sole la punta del vostro naso? Qual è la parte del vostro corpo che diventa rossa per prima? Ricordatevi degli errori fatti in passato ed evitate di fare due volte lo stesso errore. Siamo realisti: sono pochissime le scottature che ci becchiamo di sorpresa.

  9. C’è crema e crema

    Pensate che la crema solare abbia un cattivo odore e sia troppo appiccicosa? Informatevi sui diversi tipi di crema: alcune funzionano in maniera meccanica, altre in maniera chimica, altre non contengono profumi. Inoltre non bisogna per forza utilizzare sempre il fattore 500. Trovate una crema che vi soddisfi.

  10. Abbiate rispetto, ma non abbiate paura!

    Non vi nascondete in cantina in preda al panico. Utilizzando le giuste precauzioni è possibile difendersi dalle scottature, non c’è motivo di aver paura. Anche se gli elenchi con suggerimenti su come proteggersi dal sole possono dare quella l’impressione, per fortuna il limite tra poco sole e troppo sole non è così netto.

Andare in vacanza in tutta sicurezza

Avete pensato a mettere in valigia un bel berretto e la crema solare. Ora dovete solo stare attenti a non perdere di vista il vostro bagaglio. Oltre ad avere sempre l’occhio vigile, può aiutarvi anche la nostra assicurazione viaggi e vacanze.

Assicurazione viaggi e vacanze

Una malattia o un infortunio all’estero possono costare cari. La nostra offerta vi protegge da costi elevati.