«All’età di 50 anni avrò un’assicurazione in reparto semiprivato. Garantito.»

Sfogliare

​««È andato tutto per il meglio», recita l’SMS che Silvia ha ricevuto dall’amica Marie, a cui è stata appena applicata una protesi dell’anca.

Silvia va a trovare Marie il giorno dopo nella sua stanza d’ospedale e la trova di ottimo umore. Non è un caso che l’intervento sia pienamente riuscito. Sono stati infatti due suoi conoscenti a consigliarle il dott. Moser, e per lei era chiaro sin dal primo colloquio che era lui la persona giusta.

««E pensa un po’», racconta Marie, «grazie all’assicurazione in reparto semiprivato posso ordinare à la carte ciò che mi va di mangiare.» Quasi con un pizzico di invidia, Silvia pensa al suo frigorifero di casa, che al momento non offre un granché.

Meglio verificare la propria copertura assicurativa
Tornata a casa, Silvia è ancora pensierosa. È vero che è di quasi 20 anni più giovane di Marie, ma quando avrà qualche anno in più, le piacerebbe poter scegliere il proprio medico e avere un po’ di comfort in caso di ricovero in ospedale. D’altra parte non ha voglia di pagare già oggi i premi per il reparto semiprivato. Ma cosa succederebbe nel caso in cui dovessero affiorare già prima problemi di salute che non le permetterebbero più di stipulare l’assicurazione complementare per il reparto semiprivato tra 10 o 15 anni?

Pensare sin da oggi alla salute di domani
Dopo aver ricevuto una consulenza e dopo aver sentito parlare dell’assicurazione di garanzia di affiliazione Garanta, non ha più alcun dubbio: «È questa la soluzione che fa per me. Affiliazione garantita ad un costo contenuto.» Allora decide di stipulare l’assicurazione complementare, sottoponendosi al consueto esame dello stato di salute, con un contratto della durata di 15 anni affermando con soddisfazione: «All’età di 50 anni avrò un’assicurazione in reparto semiprivato. Garantito.»

Sfogliare